Atalanta

Calciomercato Atalanta | Tutte le alternative a Gosens

Atalanta

Mentre il terzino tedesco si appresta a vivere la sua prima esperienza europea di rilievo con la Nazionale, la Dea lavora alla fascia del futuro

Con Euro2020 Robin Gosens si appresta a vivere il suo primo grande torneo con la Nazionale tedesca. La tensione è alta e il calciatore della Dea ha driblato fin da subito le domande della stampa; rispondendo in modo evasivo a chi lo interrogava in merito al calciomercato e alla sua dubbia permanenza all’Atalanta: “Penso solo all’Europeo. E non voglio sapere altro in questo periodo“.

Alla prima convocazione di rilievo, il terzino si è mostrato entusiasta: “E’ un grande onore essere qui per una competizione così bella e importante. C’è grande impegno negli allenamenti e voglia di migliorare: se sbagli un passaggio ti sgridano. Io, naturalmente, mi auguro di trovare spazio anche quando ci saranno le partite“.

Calciomercato: nuovi nomi per la fascia dell’Atalanta

Se dal un lato il calciatore sta vivendo un momento felice e spensierato, lo stesso non si può dire della dirigenza bergamasca. Infatti, l’Atalanta potrebbe ritrovarsi presto immischiata nell’ardua ricerca di un buon sostituto del terzino tedesco nel grande mare del calciomercato.

Infatti, la volontà del giocatore e la necessità di fare cassa della società potrebbe favorire la partenza di Robin Gosens; l’addio si concretizzerebbe se dopo l’Europeo, arrivassero offerte per 40 milioni di euro, a garantire una maxi plusvalenza per il club lombardo, che lo aveva acquistato dall’Heracles per 900mila euro.

Per sostituire l’esterno resta viva l’idea del ritorno di Davide Zappacosta, il 29enne di proprietà del Chelsea, potrebbe tornare a Bergamo in prestito nella prossima stagione, per magari trasferirvisi in via definitiva al termine del contratto con i Blues nell’estate del 2023. Assieme al difensore azzurro, potrebbe arrivare un giovane come Gabriel Gudmundsson: un terzino sinistro svedese classe 1999, in forza al Groningen, nel campionato olandese.

Il calciatore mancino è figlio d’arte ed è nel mirino della Dea da diverso tempo. La dirigenza bergamasca sarebbe già pronta a intavolare una trattativa preventiva per lo svedese, che potrebbe costare appena 2 milioni di euro.

 

Leggi anche