Bologna

Mercato Bologna, Arnautovic è il nome caldo in casa emiliana

Bologna

Il calciatore ex Inter sarebbe un’opportunità che il direttore sportivo Sabatini vorrebbe cogliere. Ma attenzione alle sirene della Premier

Il Bologna non vuole rimanere nella parte destra della classifica perciò il presidente Saputo ha intenzione investire nella squadra per avvicinarsi alla zona Europa. Il nome nuovo per la prossima stagione è quello di Marko Arnautovic, esterno offensivo dello Shangai Port che giocò nell’Inter nell’anno del Triplete.

La carriera di Arnautovic

Il calciatore cresce sportivamente nel Twente che nel 2009 lo cede in prestito all’Inter. Arnautovic non ebbe tante occasioni in quella rosa fenomenale tanto da collezionare solo tre presenze ma lasciando i nerazzurri con tre trofei in bacheca. Successivamente passa al Werder Brema con cui rimarrà per tre stagioni con 16 reti in 84 apparizioni.

Lo Stoke City lo acquista dal club tedesco e in Inghilterra esplode definitivamente con 26 gol  in quattro stagioni, tanto che il West Ham lo prende per ben 22 milioni. Anche nella squadra di Londra gioca bene ed è per questo che bussa alla porta lo Shangai Port che con 25 milioni agli Hammers e 12 al calciatore va in Asia.

L’opportunità

La pandemia però ha portato a tagliare le spese dei club cinesi. Infatti lo stato ha posto un limite per gli stipendi dei calciatori che non potranno essere più faraonici. Per questo motivo l’attaccante austriaco starebbe pensando di ritornare in Europa e Sabatini vuole provare il colpo grosso. Come riporta il Corriere dello Sport, il Bologna non ha la capacità economica di pagare un cartellino esoso per un 32enne e quindi il presidente del Bologna ha dato l’ok a questa operazione solo a parametro zero.

Inoltre, vi sono le sirene della Premier che suonano per Arnautovic.  Il giocatore ha dato il meglio di sé in Inghilterra e per questo motivo l’attrattiva potrebbe essere quella di tornare in Regno Unito. In più, lo stipendio che gli verrebbe offerto sarebbe nettamente superiore. Ma Sabatini non demorde e vuole giocare la carta della passione e della centralità di Arnautovic nel progetto Bologna.

Leggi anche