Real Madrid
Estero

Mercato estero — Florentino Perez fa il punto verso la sessione estiva

Real Madrid Estero

Il presidente del Real Madrid frena sull’arrivo di Mbappe e annuncia che nessuno ha chiesto la cessione: il punto verso il mercato estivo

Florentino Perez forse il principale artefice del progetto Superlega. Il presidente del Real Madrid, infatti, era stato nominato anche presidente della neonata organizzazione, prima che poi la maggior parte delle squadre si tirasse indietro.

È quindi normale che, negli ultimi giorni, insieme ai colleghi degli altri undici club coinvolti sia tra le persone più cercate dalle varie emittenti sportive. E, nell’occasione dell’intervista concessa a Cadena SER, stazione radio spagnola, Perez ha parlato sì di Superlega, ma anche di Real Madrid e di mercato.

Il presidente del Real si è soffermato su diversi giocatori, passando dalle voci sull’arrivo di Mbappe alle ipotesi di una rivoluzione in estate. Ha poi detto la sua sul futuro di Varane, Ramos, Modric e mister Zidane. Di seguito le sue parole.

Mbappe “Se Mbappé non verrà al Real quest’anno non sarà un dramma. Se le cose non si verificano è perché non si possono fare: senza la Superlega non si potranno più fare grandi acquisti. Al Real Madrid abbiamo tanti giovani e anche alcuni talenti fuori pronti a tornare alla base. La politica di acquistar promesse di belle speranze dà buoni risultati”.

Varane “Vedo ancora al Real Madrid tutti coloro che sono nella rosa attuale. Se poi qualcuno non volesse restare, che se ne vada. Ma al momento tutti vogliono continuare a far parte della nostra squadra, nessuno ha espresso il desiderio di andar via”.

Rivoluzione Real — “Perché dovrei farlo? Abbiamo i migliori giocatori del mondo. Guardando alla difesa, abbiamo una buona retroguardia che è durata tanti anni e che ancora oggi resta di alto livello. A centrocampo, poi, abbiamo i fantastici tre e davanti ci sono giovani di grande talento. Non ci sarà nessuna rivoluzione”.

Zidane “Zidane ha parecchia pazienza, ma in conferenza stampa siete veramente pesanti con tutte le domande sul futuro. Gli chiedete sempre la stessa cosa. Zinedine ha un contratto con il Real Madrid ed è una leggenda di questo club. Se un giorno se ne andrà, lo farà come una leggenda: deciderà lui o lo decideremo insieme. Ma sicuramente non si alzerà mai una mattina dicendo che il Real Madrid l’ha cacciato via”.

Modric — “Luka ha già firmato, o comunque abbiamo già raggiunto un accordo per il rinnovo da tanto tempo”.

Sergio Ramos — “Sergio Ramos non è nella stessa situazione di Modric. Abbiamo parlato diverse volte ma non so se alla fine rinnoverà. Ma non voglio dare la colpa a nessuno: intanto chiudiamo questa stagione, poi penseremo alla prossima. Voglio bene a Ramos come se fosse mio figlio e ho fatto tutto quello che ho potuto per lui. Però la situazione è quella che è e lo sa anche lui. Al Real abbiamo dovuto abbassare gli stipendi a causa della pandemia. Chiaramente mi piacerebbe se restasse qui, lo presi io stesso nel 2005. Vediamo cosa accadrà, l’emergenza economica ci ha imposto un taglio di costi”.

Leggi anche