Estero

Mercato estero — Il rinnovo tra Bruno Fernandes e United passa da Pogba

Estero

Il Manchester United ha offerto il rinnovo con adeguamento a Bruno Fernandes, che però pare intenzionato ad accettarlo solo se rimarrà anche Pogba

Il futuro di Bruno Fernandes dipende da Paul Pogba. È questa l’indiscrezione lanciata in Inghilterra dal Sun, secondo cui il portoghese rimarrà al Manchester United solo in caso di permanenza anche del centrocampista francese.

Entrambi dotati di grande classe, Pogba e Fernandes in campo si trovano a meraviglia. Ma i due giocatori hanno stretto un legame importante anche fuori dal rettangolo verde, sin dall’arrivo del portoghese a Old Trafford nel gennaio 2020.

L’ex Sampdoria ha parlato del rapporto con il francese a fine 2020 ai microfoni di Sky Sport. Queste le sue parole: “Io e Paul abbiamo un ottimo rapporto. Conosciamo entrambi l’italiano, quindi lo usiamo per parlare nella maggior parte delle occasioni. Mi trovo bene con lui sia dentro il campo che fuori. È un ragazzo divertentissimo, ha sempre voglia di scherzare”.

E proprio al destino di Pogba potrebbe essere legato quello del portoghese.

Il rinnovo di Bruno Fernandes

La scadenza del contratto di Bruno Fernandes con il Manchester United è fissata per  giugno 2025. Data lontanissima, ma il rinnovo è già sull’agenda della dirigenza che non può non lavorare a un adeguamento dell’ingaggio, viste le prestazioni del portoghese. 

Attualmente l’ex Samp è uno dei meno pagati nella rosa dei Red Devils, con un ingaggio pari a circa 6 milioni a stagione. La dirigenza ha però già assicurato al giocatore di essere disposta a raddoppiare l’ingaggio, fino ad arrivare alla cifra di 12 milioni netti all’anno.

Da parte sua, Bruno Fernandes ha chiesto rassicurazioni sulla volontà del club di continuare a investire per tornare tra le migliori squadre in Europa. Dopo diversi anni in chiaroscuro, infatti, il Manchester United è tornato a essere competitivo in campionato. Il portoghese vorrebbe quindi una squadra costruita per vincere il titolo e, magari, arrivare il più lontano possibile in Champions.

Uno dei primi segnali che ha richiesto, quindi, è il rinnovo dell’amico Pogba. Ma, paradossalmente, proprio la volontà del club di investire potrebbe diventare un problema per il futuro di Pogba.

La situazione di Pogba

Il contratto di Pogba scadrà invece molto presto, a giugno 2022. 

I Red Devils ovviamente vogliono scongiurare il rischio di perderlo a zero tra un anno, considerando anche i rapporti tesi con Mino Raiola, procuratore del francese.

E invece che cercare di ricucire lo strappo tra le parti, gli inglesi potrebbero aver individuato una soluzione alternativa. Al club piace infatti molto il centrocampista dell’Atletico Madrid Saul, che ha una clausola rescissori di 50 milioni.

Se i Red Devils dovessero riuscire a convincere lo spagnolo, il sacrificato dovrebbe essere proprio Pogba, che ha molto mercato.

In casa Manchester quindi l’imperativo diventa sbrogliare una situazione piuttosto ingarbugliata e trattenere Bruno Fernandes, che, dal suo arrivo, ha fatto le fortune della squadra.

Leggi anche