Fiorentina

News Fiorentina – Iachini su Commisso: “Dopo la Lazio mi voleva riconfermare”

Fiorentina

Alla vigilia della partita contro il Napoli in programma domani all’ora di pranzo, ha parlato in conferenza stampa Beppe Iachini.

Domani alle ore 12.30 scenderanno in campo Fiorentina e Napoli per la 37esima giornata di Serie A. La gara si giocherà all’Artemio Franchi di Firenze. Per la Fiorentina questa gara conta ormai solo per il morale. Iachini vorrebbe comunque dare una gioia ai suoi tifosi. Per il Napoli, invece, è una gara di vitale importanza. L’imperativo per la truppa di Rino Gattuso è quello di portare a casa i 3 punti e di tenere dietro Juventus e Lazio che in questo momento sarebbero fuori dalla prossima Champions League.

Le parole di Iachini

“Per come sono fatto io, le parole del presidente non si commentano. Il fatto che abbia detto certe cose mi fa molto piacere. Viste soprattutto le difficoltà che abbiamo incontrato. Le sue parole fanno capire quante difficoltà ci sono state. Sono stato richiamato per cercare di superare un momento difficile. L’anno scorso siamo arrivati al decimo posto. Quest’anno è stato un lavoro spezzettato. Le parole di Commisso dimostrano la sua sincerità. Lo ringrazio e vado avanti con il mio lavoro. Con la consapevolezza di aver dato una mano alla mia Fiorentina. Sono tornato in un momento delicato. Ho cercato di dare il mio contributo. Mi ha reso felice. La salvezza è stata difficile perché non c’era continuità di lavoro. Ci siamo messi sotto e abbiamo lavorato. Non nascondo che c’era un pizzico di preoccupazione”.

La non riconferma e il futuro

“Avevo già parlato con il presidente dopo la Lazio. Lui mi aveva fatto intuire che c’era anche la possibilità che io venissi riconfermato. E’ giusto che io faccia il mio percorso e che la Fiorentina faccia il suo. Sono legato a questa piazza. Per me fare l’allenatore qui è qualcosa di più. Sono capitato qui e ci sono state situazioni incredibili. E’ bello lasciarsi da grandi amici. Con la gioia dentro di aver dato tutto. Da calciatore e da allenatore. Per quanto riguarda il futuro ancora non lo so. Sono concentrato sulle prossime due partite. C’è la consapevolezza di aver fatto un ottimo lavoro qui”.

Leggi anche