Inter

Calciomercato Inter — Dopo lo Scudetto serve un centrocampista: i consigli di Moratti e Bergomi

Inter

Non solo i festeggiamenti per i nerazzurri: la dirigenza deve pensare al mercato, tra gli obiettivi un centrocampista di alto livello

Mercato Inter — I nerazzurri hanno dato il via ai festeggiamenti per il diciannovesimo titolo della storia, ma tra un brindisi e l’altro un’occhio va anche al mercato. E in ottica prossima stagione, sono diverse le voci che vogliono l’Inter interessata a portare a Milano un centrocampista di alto profilo. Nessun nome ancora in cima alla lista: per ora solo diverse ipotesi che saranno poi valutate in base a fattibilità economica e richieste dell’allenatore.

Tra i nomi che piacciono a Conte, e che fanno parte della lista, ci sono sicuramente quelli di Milinkovic della Lazio, ma anche di de Paul dell’Udinese. 

Ma, soprattutto, c’è anche quello N’Golo Kanté, pupillo di Conte dai tempi del Chelsea. Chelsea che, secondo todofichajes.com, non accetterà di sedersi al tavolo per offerte inferiori ai 55-60 milioni di euro. Cifre importanti e difficili da raggiungere per l’Inter allo stato attuale.

L’endorsement di Moratti a Kanté

Proprio di Kanté ha parlato l’ex presidente dell’Inter Moratti ai microfoni di Sky, individuando nel centrocampista dei Blues la pedina ideale per il salto di qualità. 

Di seguito le sue parole.

“Kanté è un giocatore che ha tutte le qualità per dare ancora più forza all’Inter. Mi ricordo quando prendemmo Sneijder: avevamo una squadra fortissima, ma un giocatore che velocizzava il gioco ci mise in condizioni di avere una squadra eccezionale. Penso che avrebbe lo stesso effetto Kanté, anche se non voglio spingere in questa direzione perché sarebbe difficile. Parlo da tifoso”.

Il profilo individuato da Bergomi

Kanté il centrocampista ideale per l’Inter? Non secondo Beppe Bergomi, che a inizio aprile aveva individuato dalle pagine della Gazzetta dello Sport i tre acquisti necessari ai nerazzurri. Di seguito le sue parole.  

“Partiamo dal modulo. Non si può non pensare al 3-5-2, con Conte devi partire da lì. Poi serviranno tre tipologie di giocatori da inserire nel contesto. Serve un difensore veloce, in modo da poter alzare il baricentro della squadra. Poi un mancino a sinistra, uno con un piede sinistro di livello. E infine un centrocampista con sei-otto gol nelle gambe. Uno alla Goretzka, anche perché secondo me non più il caso di pensare a Kanté, visto che Barella e Brozovic sono perfetti”.

Leon Goretzka era stato vicino ai nerazzurri ai tempi dello Schalke e prima del passaggio a parametro zero al Bayern Monaco. A oggi, invece, non filtra interesse da parte dell’Inter, non perché il giocatore non piaccia ma, probabilmente, per la valutazione, più alta di quella di Kanté. 

Ma anche per Milinkovic e de Paul il prezzo non sarebbe basso. Se i nerazzurri vogliono un giocatore di questi livelli, sarà necessario prima risolvere i problemi societari e poi, eventualmente, tentare l’assalto.

Leggi anche