Inter

Calciomercato Inter — Le parole di Hakimi dopo lo Scudetto chiudono al Real?

Inter

Hakimi ha rilasciato le prime dichiarazioni da Campione d’Italia senza risparmiare una stoccata al Real e mandando un messaggio per l’estate

Mercato Inter — Tra i protagonisti indiscussi del diciannovesimo Scudetto dei nerazzurri c’è sicuramente Achraf Hakimi. L’esterno marocchino, alla prima stagione in Serie A, non ha subito il cambio di campionato ed è stata una pedina fondamentale dello scacchiere di Conte.

Dopo la conquista matematica del titolo, arrivata con quattro giornate di anticipo grazie al pareggio dell’Atalanta contro il Sassuolo, Hakimi ha rilasciato le sue prime dichiarazioni. Lo ha fatto alla trasmissione spagnola El Chiringuito TV, dicendosi soddisfatto per la sua prima stagione in Serie A, ma non solo. Il marocchino, dopo le domande sul possibile ritorno al Real, ha lanciato una frecciatina al suo vecchio club, dando l’idea di chiudere la porta alla possibilità.

Le parole di Hakimi

Di seguito le dichiarazioni dell’esterno marocchino. 

“La mia stagione? Direi che è stata molto positiva per essere la prima in Serie A. Credo che il Real Madrid abbia un diritto di prelazione per me. Voglia di tornare? Hanno avuto l’occasione di riprendermi: un anno fa potevo tornare indietro ma ha fatto scelte diverse. Non posso prendermela con Zidane o il club, non li biasimo. Hanno deciso così, magari per il Covid. Non so chi abbia preso la decisione, ma il Real era casa mia e sarei stato felice di combattere per un posto da titolare a Madrid. Qualcuno ha detto il contrario ma non sanno la verità. Così sono andato all’Inter e ho vinto”.

La stagione di Hakimi

Il primo anno del classe ‘98 in Serie A è stato assolutamente positivo. Sempre in campo in ogni competizione, quasi sempre da titolare, Hakimi ha saltato solo tre partite, una perché in quarantena e due per squalifica.

Sono quarantuno le presenze stagionali tra campionato, Coppa Italia e Champions League per un totale di 2943 minuti. Sette sono i goal messi a referto, tutti in campionato, e otto gli assist, sette in Serie A a cui si aggiunge uno in Champions.

Numeri che lo hanno reso fondamentale per la squadra e per Conte che, a questo punto, può sperare di averlo a disposizione anche nella prossima stagione.

Leggi anche