Inter

Mercato Inter — Due pretendenti dall’Italia per Kolarov

Inter

Le strade di Aleksandar Kolarov e dell’Inter si separeranno a fine stagione, ma il futuro del serbo potrebbe ancora essere in Italia: due le pretendenti

L’esperienza di Aleksandar Kolarov con l’Inter non sarà certamente tra quelle che il serbo ricorderà con più calore, una volta appesi gli scarpini al chiodo. Arrivato a Milano dalla Roma a settembre per 1,5 milioni, Kolarov non ha mai davvero fatto breccia nel cuore e nella testa di Conte.

Utilizzato con continuità nel primo mese di campionato, il serbo è poi sparito del tutto dai radar. Positivo al coronavirus, quando è tornato a disposizione si è praticamente sempre accomodato in panchina. Conte lo ha tirato fuori dalla naftalina durante il mese di gennaio, con l’Inter chiamata a un gran numero di impegni ravvicinati. L’ultima presenza da titolare, in Coppa Italia, risale alla vittoria ai quarti contro il Milan del 26 gennaio. L’ultima apparizione in assoluto, invece, è stata di appena 25’ nella semifinale di ritorno contro la Juve il 9 febbraio.

Da quel momento, Kolarov ha collezionato una serie infinita di panchine, prima di fermarsi a causa di un fastidio muscolare che lo sta tenendo fermo ancora oggi.

Stando così le cose, una separazione tra le parti in estate appare più che scontata. Secondo l’interista.it, il serbo vorrebbe però rimanere in Italia e lo avrebbe già fato presente ai suoi rappresentati. E a quanto pare sono due le squadre che si sarebbero già fatte avanti.

Il Bologna di Mihajlovic

La prima squadra è il Bologna di Sinisa Mihajlovic.

A giocare a vantaggio di questa opzione c’è sicuramente l’ottimo rapporto che lega Kolarov al mister serbo. Mihajlovic, da parte sua, starebbe spingendo tanto sulla dirigenza per portare l’ex Manchester City in squadra.

E proprio dalla dirigenza potrebbe arrivare un altro alleato: Walter Sabatini. Il coordinatore dell’area tecnica rossoblu conosce bene il serbo, avendolo portato alla Lazio nel 2007. 

La coppia Mihajlovic-Sabatini potrebbe allora diventare determinante per portare Kolarov a Bologna.

Il Verona di Juric

Un’altra opzione è rappresentata dal Verona di Juric.

A giugno gli scaligeri riscatteranno molto probabilmente Federico Dimarco dall’Inter, ma i nerazzurri potrebbero esercitare il controriscatto e riportare Dimarco a Milano. Il club di Setti perderebbe quindi una pedina importante della squadra e Kolarov potrebbe essere il sostituto prescelto. Il serbo potrebbe tornare utile sia come braccetto di sinistra della difesa che come esterno sinistro, anche se non più con la spinta di un tempo.

Se non si dovessero fare avanti altre squadre sarà quindi corsa a due. L’unica certezza è che le strade di Kolarov e dell’Inter si separeranno dopo solo un anno.

Leggi anche