Inter

Mercato Inter — Il piano di Marotta e Ausilio per arrivare a Silvestri

Inter

Due contropartite tecniche per arrivare a Marco Silvestri, questa l’idea di Marotta e Ausilio per il sostituito di Handanovic

Beppe Marotta e Piero Ausilio hanno individuato il principale indiziato per sostituire Samir Handanovic. L’identikit risponde al nome del portiere del Verona Marco Silvestri e la dirigenza nerazzurra avrebbe già il piano per portarlo a Milano.

Secondo quanto riportato da L’Arena, il portiere del Verona ha una valutazione di circa 10 milioni di euro. Cifra sicuramente non inarrivabile, ma stando alle indiscrezioni l’idea sarebbe quella di cercare di spendere il meno possibile e inserire delle contropartite tecniche.

Sono due i principali indiziati: Ionut Radu e Andrea Pinamonti. Il portiere classe ’97 è valutato circa 7 milioni, mentre la valutazione della punta classe ’99 si aggira sui 12 milioni.

Spetterebbe quindi al Verona individuare il profilo di maggiore interesse, ma attenzione anche alla possibilità che non si provi ad aprire una trattativa di più ampio respiro considerando anche le questioni Dimarco e Salcedo.

Il futuro di Handanovic

In tutto ciò, in casa Inter rimane ancora da definire la situazione di Samir Handanovic. Il portiere sloveno compirà 37 anni in estate e il suo contratto scadrà nel 2022.

Nonostante qualche incertezza in stagione, il rendimento di Handanovic è ancora importante e, in più, lo sloveno è il capitano della squadra. È probabile quindi che alla fine la dirigenza decida di puntare su di lui ancora per un’altra stagione e di non liberarlo in anticipo.

L’obiettivo potrebbe essere quindi portare il sostituto dello sloveno a Milano già in estate, facendogli vivere una stagione da secondo prima di affidargli la porta nerazzurra. Silvestri — o chiunque dovesse arrivare — potrebbe sfruttare quindi un’intera stagione per apprendere i segreti dello sloveno, che a sua volta potrebbe giocare un’ultima Champions in nerazzurro.

Gli altri nomi per la porta

Il nome di Marco Silvestri non è l’unico che piace a Marotta e Ausilio. 

Sulla lista dei dirigenti nerazzurri, infatti, ci sarebbero anche Musso, portiere dell’Udinese, e Cakir del Trabzonspor. Scartato invece Alessio Cragno del Cagliari.

Attenzione poi alla possibile soluzione interna con il classe 2000 Gabiel Brazao. Il brasiliano è di proprietà dell’Inter ma attualmente in prestito all’Oviedo e su di lui ci sarebbe anche l’endorsement dell’ex nerazzurro Julio Cesar.

Marotta e Ausilio osservano e riflettono. E, molto, probabilmente, in estate ci sarà l’affondo per portare uno di questi portieri a Milano.

Leggi anche