Juventus

Bernardeschi: “Concretizziamo poco, ma non sono preoccupato. Derby? Siamo la Juve, non abbiamo paura”

Juventus

Federico Bernardeschi è stato intervistato ai microfoni di Tuttosport. Dai risultati dei bianconeri al suo ruolo, ecco le parole del numero 33

TORINO- Federico Bernardeschi è stato intervistato ai microfoni di Tuttosport. Ecco le dichiarazioni del numero 33 bianconero, che anche nel derby dovrebbe giocare dal primo minuto: “Dobbiamo fare gol. Non è possibile che giocatori del nostro calibro tirino così tante volte in porta e segnino così pochi gol, ma d’altra parte ci sono partite nelle quali non vuole entrare in nessun modo. Diciamo che sarei più preoccupato se non creassimo le occasioni. A volte poi ci complichiamo la vita da soli, perché quando facciamo gol, ne prendiamo uno dopo quattro o cinque minuti. Sarri è stato molto chiaro su questo aspetto. D’altra parte, una volta c’è il portiere che para in modo fenomenale, una volta abbiamo sfortuna, una volta sbagliamo noi… Dopodiché calmi perché siamo in testa e siamo la miglior difesa. Certo, sarebbe bello vincere sempre tre o quattro a zero, ma attenzione, perché novembre è sempre un periodo particolare. Ci sono tante partite.

Trequartista? C’è molto da correre e questo a me piace. Ecco perché talvolta gioco meglio nel secondo tempo rispetto al primo. Se gli avversari calano o hanno un palleggio meno efficace diminuisce la necessità di difendere e aumenta la possibilità di attaccare negli spazi che si creano. Più gioco lì, più imparo e più mi trovo bene. L’allenatore mi sta spiegando tante cose a livello di movimenti. Torino? Il derby è sempre difficile da giocare. Troveremo sicuramente un ambiente ostile e una squadra agguerrita, ma noi siamo la Juve e non abbiamo paura”.

Leggi anche