Juventus

Moggi: “Juve non adatta al gioco di Sarri, l’Inter si può avvicinare”

Juventus

TORINO– Archiviata ufficialmente la stagione 2018/19, la Juve si è messa subito al lavoro per programmare la prossima annata. Il primo obiettivo è quello di trovare un alleatore che possa degnamente rimpiazzare Massimiliano Allegri, che ha dato l’addio dopo 5 anni di successi in Italia. Il favorito, al momento, è Maurizio Sarri, vicino a lasciare il Chelsea per dissapori con dirigenza e tifosi. Di questa situazione, a margine della consegna del premio Inside The Sport, ha parlato l’ex dg juventino Luciano Moggi.

LE SUE PAROLE“La Juve non ha rinnovato il contratto di Allegri perchè girava voce che i bianconeri giocassero male, ma non è vero. La Juve ha caratteristiche per vincere con delle giocate e fare ciò è una cosa distinta dal vincere giocando male. L’arrivo di Maurizio Sarri in panchina non mi sorprenderebbe, ma le sue squadre non hanno giocatori che portano palla per 30 o 40 metri. Inter? I nerazzurri potranno decisamente avvicinarsi nella prossima stagione. Certo, l’arrivo di Conte sarà importante, ma non solo. L’Inter ha una rosa molto forte, con una grande difesa. Godin può dare il suo apporto ancora per un paio di stagioni, ma non condivido pienamente il suo acquisto. Una volta, a questa età, i giocatori andavano a giocare negli Emirati Arabi, non in un club europeo di prima fascia”.

Leggi anche