Juventus

News Juventus – Pirlo sfida Conte: “Sono allenatore grazie a lui”

Juventus

Andrea Pirlo, sulla panchina della Juventus, domani sera ritroverà Antonio Conte e lo farà da avversario: ecco le sue parole

Domani sera Andrea Pirlo sfiderà per la prima in carriera da allenatore Antonio Conte. Suo maestro ai tempi della Juventus. In occasione del match di campionato contro l’Internazionale, il tecnico bianconero è intervenuto in conferenza stampa:

SULLA SFIDA

“Credo che la gara inizierà in maniera aggressiva, soprattutto da parte dei nerazzurri che cercheranno di impostare loro il ritmo. Ci siamo preparati a questa possibilità. Non abbiamo paura di giocare a San Siro. Siamo la Juventus. Ci sarà la giusta tattica, voglio che i miei siano liberi di testa. Dovremo provare ad imporci”.

SUGLI INDISPONIBILI

“Come al solito siamo in attesa dei tamponi. Per gli altri, chi era infortunato oggi è stato reinserito in gruppo. Domani valuteremo chi sarà nella condizione migliore per scendere in campo dall’inizio”.

SULLA DIFESA

“Chiellini? Sta bene per fortuna. Dopo la scorsa partita non ha avuto grossi risentimenti. Lo considero pronto per giocare. Lui è carico ed è pieno di voglia di scendere in campo per la sfida. Può essere lui il nostro valore aggiunto”. 

SUL RISULTATO

“Non firmerei per il pareggio. Andiamo a San Siro per vincere. La partita è fondamentale per il campionato. Vogliamo giocare a viso aperto e farci valere. Sappiamo che avversario avremo di fronte, sono una grande squadra. E lo erano già un anno fa. Tuttavia non abbiamo paura”.

SU CONTE 

“Dopo aver conosciuto Antonio ho pensato di voler fare l’allenatore. Gli sono riconoscente. Mi ha insegnato molto quando ero un calciatore. Mi ha trasmesso questa passione. Adesso siamo avversari, ma lui sta facendo una carriera di un grande livello. Lo conosco bene, so di che spessore sia. Lo rispetto”.

SULLE SOLUZIONI

“Hakimi? Stiamo studiando alcune disposizioni tattiche. A disposizione ci sono Ramsey e McKennie. Ma non sono gli unici. Abbiamo studiato alcune situazioni nei minimi particolari. Torna a dire che domani valuteremo come sistemarci. Lo statunitense può partire dall’inizio. Si è allenato in gruppo ed è utilizzabile, anche se non al cento percento. Comunque è una buona notizia. Il gallese anche lo abbiamo recuperato questa settimana. Non ha nessun problema”.

SUGLI ERRORI

“Ci sono tanti bravi allenatori che ogni tanto pagano caro qualche errori. Ma non è sempre così. Un allenatore va giudicato nel complesso di quello che fa. Si sbaglia e si fanno cose giuste di continuo. La differenza la fa il lavoro quotidiano con la squadra. C’è pure chi non sbaglia  e perde e chi fa tanto errori ma vince lo stesso”.

Leggi anche