Juventus

News Juventus – Scudetto? La risposta del derby d’Italia

Juventus

La Juventus di Andrea Pirlo sembra una squadra ancora acerba. La sconfitta nel derby d’Italia rischia di comprometterne il cammino

Ormai sono circa una decina d’anni che la Juventus è tornata ad essere la squadra da battere in Serie A. Dopo gli scandali dovuti a Luciano Moggi e ai suoi intrallazzi, se la compagine bianconera è tornata quella di un tempo il merito è anche di Andrea Pirlo e Antonio Conte. I due, anni addietro, misero la prima pietra del rinascimento juventino. Ieri sera però, si sono sfidati per la prima volta in qualità di allenatori e non c’è stata partita. L’allievo non ha ancora superato il maestro.

Il 2-0 netto rifilato dall’Internazionale alla Juventus, non è stato mai messo in discussione. Addirittura nel corso dei novanta e passa minuti di gioco, i nerazzurri avrebbero potuto portarsi a casa i tre punti con un risultato ancor più rotondo. Dal derby d’Italia ci si aspettava delle chiare indicazioni in termini di scudetto e così è stato. La Vecchia Signora sta vivendo un anno di transizione. Per questo il titolo di campione d’Italia, secondo alcuni addetti ai lavori ed ex calciatori, è prerogativa dell’Inter e dal Milan. Dopo nove anni di dominio bianconero, il tricolore può cambiare destinazione.

Già l’anno scorso qualcosa traballava con Maurizio Sarri e la Lazio, ancor più dell’Inter, aveva provato a soffiargli lo scettro. Tuttavia, causa l’emergenza sanitaria, i biancocelesti hanno dovuto cedere il passo. Sfortunatamente per loro, alla ripresa dei giochi dopo il lockdown non sono riusciti a tornare  in campo con lo stesso appiglio di prima. Come detto, quest’anno lo scudetto sembra affare di Inter e Milan. Anche l’ex bianconero Roberto Boninsegna la vede così: “La Juventus ha dimostrato di non essere ancora all’altezza di competere per lo scudetto. Il secondo goal non si subisce nemmeno nelle categorie amatoriali. Barella è stato servito dalla retrovie e si è trovato tutto solo. Credo che per il primo posto se la vedranno Milan e Inter“.

Leggi anche