Juventus

Witsel: “Nel 2017 passai un giorno intero davanti agli uffici della Juventus”

Juventus

Ecco le parole del centrocampista Axel Witsel sulla Juventus

TORINO – Chi negli anno passati è stato vicino a vestire la maglia della Juventus è stato il centrocampista belga Axel Witsel. Ecco come quest’ultimo, intervistato da DAZN è tornato a quel periodo e non solo.

LE PAROLE DI WITSEL – Tianjin Quanjian? Era un’offerta che non potevo rifiutare. Ho aspettato tutto il giorno di fronte all’ufficio della Juventus, per poi sentirmi dire alla fine dallo Zenit che sarei dovuto tornare a San Pietroburgo. A posteriori posso dire che forse è stato un segno del destino: probabilmente non era ancora il momento adatto quello”.

E continua: “All’inizio è stato difficile, in tutto il Belgio non si parlava d’altro. Se qualcuno dice cose brutte su di me non mi disturba, ma hanno sofferto anche i miei familiari: i miei genitori, mia sorella ed anche i figli. Poi mi ha contattato il Borussia, e lì non ho più voluto aspettare, e pensare che forse sarei anche potuto andare a Parigi o Manchester. Ma ho avuto la sensazione di essere stato considerato come una prima scelta a Dortmund”.

Leggi anche