Lazio

Lazio, Acerbi: “L’epidemia non mi fa paura. Non vedo l’ora di ricominciare”

Lazio

Ecco le parole del difensore della Lazio, Francesco Acerbi

ROMA – Mentre la Lazio continua ad allenarsi da casa in attesa di novità da Lega e Governo arriva una lettera di Francesco Acerbi. Il Leone biancoceleste ha spedito i suoi pensieri a La Repubblica, e il quotidiano li ha pubblicati quest’oggi nella rubrica “Le Lettere dei Campioni”. Eccone una parte.

LE PAROLE DI ACERBI – “Il profumo dell’erba, il suono del pallone, le urla del mister. Quando potrò rivivere queste cose, che adesso mi mancano molto, sarà bellissimo. Significherà che siamo fuori dall’incubo. Meglio stare a casa una settimana in più che sbrigarsi a far ripartire tutto e poi ritrovarsi nel tunnel per altri mesi. Vincere il campionato con la Lazio sarebbe fantastico, ma conta più la salute. L’epidemia non mi fa paura, ho toccato il fondo tante volte. L’immagine più significativa di questi giorni è quella del Papa che prega in una piazza vuota”.

Le tre piste che Tare sta portando avanti in attacco <<<VAI ALL’ARTICOLO>>>

Leggi anche