Milan

Calciomercato Milan – Maldini non lo smuovi. Raiola abbassi le pretese?

Milan

In casa Milan continua a tener banco il caso Donnarumma. Dalla società fanno sapere che l’offerta non sarà ritoccata.

Gianluigi Donnarumma deve decidere. Restare al Milan e diventarne con gli anni una bandiera. Oppure farsi attrarre dai milioni e cedere alle tentazioni dei top club europei. Su tutti la Juventus. I tifosi, prima della scorsa partita vinta contro il Benevento hanno chiesto e ottenuto un incontro. Incontro dal quale il giovane portiere è uscito molto scosso. Successivamente, nelle ore dopo, il classe ’99 ha lanciato segnali di distensione. Però, bisogna poi vedere se saranno accolti o meno.

I tifosi hanno chiesto a Gianluigi Donnarumma di decidersi. Di esporsi. Questo, entro domenica. Infatti, la tifoseria non sopporterebbe di veder scendere in campo il forte portiere nativo di Castellammare di Stabia contro la Juventus sapendo che dall’anno prossimo “Gigio” potrebbe giocare proprio con i colori bianconeri addosso. Tuttavia sembra impossibile che entro il weekend si arrivi ad una soluzione. Ciò che filtra, è che Donnarumma avrebbe voglia di continuare a giocare per il Milan. C’è un però. Porta il nome di Mino Raiola. Raiola, per conto del suo assistito, ha chiesto delle cifre astronomiche per far rinnovare Donnarumma con il Milan. 12 milioni. Cifra che il Milan in questo momento non può e non vuole sborsare.

Maldini ha ribadito che dagli 8 milioni proposti, la società rossonera non si alzerà. La decisione spetterà ora a Donnarumma. Sappiamo bene che se fosse per Mino Raiola, la soluzione sarebbe l’addio. Tuttavia, il giovane portiere classe ’99 dovrà decidere se abbassare le proprie pretese per amore nei confronti del club in cui è cresciuto e che lo ha fatto sbocciare. Oppure se dire di sì alle avances della Juventus e cambiare squadra facendo svanire quel poco di romanticismo che esiste ancora nel calcio moderno. A te la scelta Gigio. Siamo tutti vogliosi di sapere quale sarà la tua scelta. Da te potrebbe dipendere il disinnamoramento da parte di molti per quel pallone che tanto entra nelle nostre vite.

Leggi anche