Milan

Calciomercato Milan – Tomori e un riscatto che passa dalla qualificazione in Champions

Milan

Il futuro di Fikayo Tomori è ancora tutto da decifrare. Il Milan vorrebbe trattenerlo. Il Chelsea sarà d’accordo?

Dopo la vittoria a tratti schiacciante contro il Milan, i tifosi hanno potuto tirare un piccolo sospiro di sollievo. La qualificazione alla prossima Champions League sembra infatti più vicina ora. Mancano 3 partite alla fine del campionato. L’obiettivo sembra alla portata anche se bisognerà prestare molta attenzione in tutti i match. A partire da quello con il Torino di Davide Nicola. Nel match contro i granata mancherà sicuramente Alexis Saelemaekers, squalificato, e probabilmente anche Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese è uscito anzitempo nella partita contro la Juventus per un problema al ginocchio. La sua presenza sembra compromessa per il match di mercoledì a Torino contro la squadra granata.

Un muro invalicabile

In questo finale di stagione è salito in cattedra un giocatore su tutti. Fikayo Tomori. Il difensore di proprietà del Chelsea è arrivato a gennaio per sopperire ad alcune mancanze difensive. A poco a poco si è preso la titolarità nel Milan. E’ stato Alessio Romagnoli a farne le spese. Il difensore italiano sempre più spesso siede in panchina per far posto a Tomori. Il Milan può riscattare il giocatore per una cifra vicina ai 28 milioni di euro. Maldini vorrebbe ottenere un piccolo sconto dalla squadra proprietaria del cartellino: il Chelsea. Chelsea che però non sembra intenzionata a fare nessuno sconto conscio delle qualità fisiche e tecniche del giovane ragazzo.

Il futuro

Molto dipende dalla qualificazione del Milan alla prossima Champions League. Con il pass in tasca, Maldini non esiterebbe a riscattare Fikayo Tomori alla cifra prestabilita. Senza qualificazione, il discorso cambierebbe. Al momento però sembra remota la possibilità di non vedere il Milan protagonista nella prossima Champions League. Ragion per cui, il futuro di Fikayo Tomori sembra essere a Milano anche l’anno prossimo. Alla fine del campionato ci sarà un summit tra le due dirigenze per capire la fattibilità o meno dell’affare.

Leggi anche