Milan

Mercato Milan — L’idea per il secondo portiere con o senza Donnarumma

Milan

Ancora da decifrare la questione sul rinnovo di Donnarumma, ma a Casa Milan è già stato individuato il secondo portiere per la prossima stagione

Il rinnovo di Donnarumma continua a tenere banco a Casa Milan, con diverse notizie che si sovrappongono giorno dopo giorno. Intanto, però, dalla dirigenza filtrano novità riguardo alla posizione dell’altro Donnarumma, Antonio. Il fratello maggiore di Gigio è arrivato a Milano nel 2017 su richiesta di Donnarumma stesso. Negli anni ha collezionato tre presenze, di cui due in Coppa Italia e una in Europa League, mantenendo sempre la porta inviolata.

A giugno, però, oltre al contratto di Gigio scadrà anche quello di Antonio. E la notizia è che la dirigenza avrebbe già comunicato di non essere intenzionata al rinnovo del contratto del secondo.

Oltre ad Antonio, potrebbe essere destinato all’addio anche Ciprian Tatarusanu, arrivato la scorsa estate dal Lione, che non ha del tutto convinto. Il Milan rischia quindi di trovarsi senza portieri in caso di addio anche di Gigio Donnarumma e per questo ha già messo sugli occhi sul possibile secondo portiere.

Il secondo portiere arriva dalla Roma

C’è un profilo che più di tutti sembra piacere a Maldini e Massara. Si tratta di Antonio Mirante, portiere attualmente alla Roma. Il portiere, nato come i due Donnarumma a Castellammare di Stabia, compirà trentotto anni in estate. In stagione è sceso in campo tredici volte con i giallorossi, mantenendo in cinque occasioni la porta inviolata. Il suo contratto scadrà a giugno, quindi l’idea dei rossoneri è di portarlo a Milano a zero per affidargli il ruolo di secondo portiere di esperienza.

In alternativa, il Milan aveva pensato anche a Sergio Rico, portiere spagnolo in forza al PSG che piaceva anche alla Lazio. Ma sembra che alla fine a Parigi abbiano deciso di tenere lo spagnolo, facendo naufragare le speranze delle due italiane.

Novità sul contratto di Donnarumma

Intanto arrivano altre novità sull’offerta fatta dai rossoneri a Gigio Donnarumma per il rinnovo. Stando alle ultime notizie, infatti, il Milan avrebbe dato la propria disponibilità all’inserimento di una clausola rescissoria in caso di mancata qualificazione in Champions League.

La proposta rimane quindi quella di un biennale da 7 milioni più 1 di bonus con la qualificazione in Champions. Ma a questo si aggiunge una clausola rescissoria da 35 milioni in caso di mancata qualificazione nella massima competizione europea.

Dall’entourage ancora nessuna risposta però, con il Milan che l’anno prossimo potrebbe presentarsi ai nastri di partenza con il pacchetto portieri completamente rinnovato.

Leggi anche