Milan

News Milan – Continuano i problemi di Ibrahimovic: rischio operazione

Milan

Non c’è pace per Zlatan Ibrahimovic, le sue condizioni peggiorano dopo il problema al ginocchio e potrebbe anche operarsi.

Continuano i problemi di Zlatan Ibrahimovic, che ha vissuto una stagione molto travagliata per via dei tanti infortuni che lo hanno colpito. Per lui solo 19 presenze in campionato, con 15 gol messi a segno, comunque importanti per il Milan, ma poca continuità dovuta ai numerosi problemi. L’infortunio rimediato a fine stagione, inoltre, non gli ha permesso neppure di partecipare all’Europeo con la sua Svezia. Nonostante ciò, il suo recupero non procede bene, e c’è il serio rischio che Ibra debba operarsi.

Il punto sulle condizioni

Nell’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport è stato fatto il punto sulle condizioni dello svedese, rivelando quali siano i rischi. Questo quanto riportato dalla Rosea: “Sotto il ghiaccio c’è un ginocchio che non guarisce. Non sta ancora bene, o quantomeno non siamo nei tempi che si auguravano Zlatan Ibrahimovic e il Milan. Non siamo ancora a livelli di allarme rosso, ma la preoccupazione cresce ed è un segnale che fa riflettere: il recupero del campione svedese non procede come dovrebbe. Da ora siamo poco più che a metà strada del percorso e – secondo le indiscrezioni che filtrano anche dall’ambiente rossonero − la terapia non dà i risultati sperati.

Cosa succederà adesso? Quel che è certo è che lo staff medico del Milan aspetterà di conoscere l’esito finale del trattamento, previsto per fine giugno (poco dopo, l’8 luglio, la squadra di Pioli si radunerà). Solo allora potranno essere fatte ulteriori valutazioni. Siamo nel campo delle ipotesi, ma è evidente che se le cose non dovessero girare per il verso giusto si potrebbe procedere con un supplemento di terapia conservativa – magari aggiungendo una o due settimane in più – oppure, nella peggiore delle ipotesi, ricorrere a un intervento chirurgico.

Scenario, quest’ultimo, che chiaramente porterebbe con sé tutti i rischi e i dubbi del caso, visto che parliamo di un atleta che a ottobre compirà 40 anni e che quattro anni fa, dopo l’operazione al ginocchio destro, aveva impiegato sette mesi per tornare a giocare“.

Leggi anche