Milan

Toti: “Berlusconi chiamava sempre Galliani all’intervallo e a fine partita”

Milan

MILANO – L’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport” ha pubblicato un’intervista al Governatore della regione Liguria Giovanni Toti che ha raccontato di quando andava ad Arcore a vedere la partite con l’ex presidente del Milan Berlusconi:

“Il Cavaliere era ed è un maniaco perfezionista. Raramente dava soddisfazione ai suoi allenatori. Anche nelle partite che andavano bene aveva sempre degli appunti da fare su formazione e schemi. Se avesse potuto, avrebbe allenato lui la rosa. E gli facevano impressione i tatuaggi, sognava una squadra senza tatuati. L’ha detto lui stesso, quando ha acquistato il Monza. Berlusconi considera i calciatori come figliocci. Un altro aneddoto su Arcore? Mi colpivano le telefonate del presidente con Galliani, all’intervallo e al novantesimo: si davano e si danno del lei, malgrado si conoscano da una vita

Leggi anche