Napoli

Juventus-Napoli, Capello: “Ancelotti? Può far fare il salto di qualità”

Napoli

NOTIZIE NAPOLI – Queste le parole dell’ex-allenatore Fabio Capello rilasciate a Il Mattino:

Lei alla guida della Roma è stato l’ultimo tecnico a vincere uno scudetto al di fuori delle tre grandi del Nord. Perché al Sud non si riesce a vincere?
“È un problema di mentalità. Spesso ci si accontenta, basta aver giocato bene ed è finita. Vincere, al Nord, fa parte della normalità invece: lo fai, fai baldoria per qualche ora e pensi a quello che devi fare per vincere anche l’anno dopo. A Napoli mi pare che dopo aver vinto a Torino contro la Juventus si è fatto festa fino alle 4 del mattino“.

Ancelotti potrebbe portare questa mentalità a Napoli?
“Sì, l’ha dentro di sé. Lui si diverte a vincere, quando ha buoni calciatori gli piace giocare bene ma sa anche capire quando è il momento di randellare. È l’allenatore esperto che serviva al Napoli“.

 

Se Ancelotti vincesse lo scudetto a Napoli, varrebbe come il suo alla Roma?
“Sì, avrebbe la stessa importanza e lo stesso valore“.

 

Parliamo di Champions: la gara col Liverpool di mercoledì è già decisiva?
“Non penso. Difficile come partita, perché sarà interessante vedere il Liverpool giocare un calcio straordinario, fatto di velocità e intensità. Klopp va sempre in verticale, sempre sempre, attaccano in tantissimi e riescono a recuperare palla in maniera spietata. Ma un punto debole ce l’hanno: nell’ultimo quarto d’ora calano molto“.

 

Hamsik regista la convince? Si può migliorare a 31 anni? “Mi pare che stia imparando. Io sono migliorato tecnicamente a 34 anni con Nils Liedholm sulla panchina del Milan, basta avere la voglia di imparare“.

Leggi anche