Notizie Torino

Torino, Mazzarri: “Belotti è un ragazzo eccezionale. Non dobbiamo mai fermarci”

L’allenatore del Torino Walter Mazzarri, non ha tenuto la conferenza stampa, ma solo un’intervista di presentazione del match contro il Parma. Queste le sue parole ai microfoni di Torino Channel: “Il Parma ha fatto molto bene sinora, ce lo ricordiamo benissimo vista la partita che fecero contro di noi all’andata. Penso che essendo una neopromossa a inizio campionato avrebbero firmato per essere in questa posizione ora, quindi hanno poco da perdere e noi dovremmo stare molto attenti. Se non facciamo le cose per bene potrebbero metterci nuovamente in difficoltà. Serve maturità? Questa parola viene usata un po’ troppo, noi dobbiamo migliorare nella continuità di rendimento, anche singolarmente. A volte lo abbiamo fatto bene, altre meno. Ultimamente, nel girone di ritorno lo stiamo facendo e spero che si possa continuare così e forse anche migliorare. La corsa in classifica va fatta su noi stessi come ha detto il Presidente. Inutile sbandierare obiettivi precisi, se poi si va magari a fare una partita come quella in casa contro il Parma. Parlare non serve, servono i fatti. Non dobbiamo mai fermarci, non pensare di aver fatto chissà che cosa. Guardo sempre alle prestazioni e queste vanno migliorate. La formazione? Questa volta non dipende da me il nascondere la formazione, ma davvero devo valutare fino a domani visto il ravvicinarsi delle gare questa settimana. Non c’è Iago come sapete e De Silvestri è da valutare. Sembra recuperato, ma lo vedremo domani. Ci mancheranno anche Aina e Lukic, siamo un po’ contati e avrei preferito avere qualche rincalzo in più per scegliere quelli più freschi a parità di valori tecnici. Belotti? È un ragazzo eccezionale, lavora anche sulla parte tecnica con la volontà di un ragazzino, si stanno vedendo miglioramenti esponenziali. In forma come ora non lo avevo mai visto, è una forza della natura e spero continui così. Deve solo continuare così, non alzare la testa dal manubrio, ma è esperto non lo farà. È un giocatore determinante quando sta bene. La Primavera? È un orgoglio per tutti noi, vengo anche io come allenatore dal settore giovanile e credo sia molto importante. I ragazzi della Primavera li faccio allenare spesso con noi, ho fatto esordire Millico e l’anno scorso Buongiorno. Stiamo molto attenti a loro e gli faccio un grosso in bocca al lupo per il finale di stagione”.

Privacy | Cookies