Notizie

Euro2020 | Le parole di Marchisio su Italia-Turchia

Notizie

L’ex-centrocapista juventino ha analizzato la rosa, rassicurato gli animi e ribadito la fiducia nel gruppo azzurro

Manca davvero pochissimo all’inizio di Euro2020. La tensione è alta e gli animi sono caldi, persino quello dell’equilibratissimo Claudio Marchisio. Il Principino, ospite negli studi di Rai Sport, non ha nascosto l’emozione per la discesa in campo della Nazionale Azzurra, né la fiducia che nutre in questo gruppo.

L’ex-Juve: “Per questo Euro2020 abbia una rosa di valore

Oggi, interrogato dai microfoni della Rai, l’ex-centrocampista si è soffermato su alcuni singoli della formazione azzurra, partendo da Lorenzo Insigne: “È cresciuto tantissimo caratterialmente, non sol nelle giocate, ma anche all’interno dello spogliatoio. Questo vale lo stesso anche per Berardi che ha avuto un percorso di crescita importante dopo alcuni alti e bassi in passato”.

Marchisio ha commentato anche lo storico duo difensivo italiano, Chiellini-Bonucci, nonché suoi ex-compagni: “Sono un grande muro. Anche se Giorgio arriva da un infortunio importante. Hanno una grandissima esperienza, sono una coppia di grande livello anche se possono andare in difficoltà se il centrocampo non farà abbastanza da filtro e gli darà l’adeguata copertura”.

Un commento da esperto sulla sfortunata situazione della mediana non poteva mancare: “Il reparto di centrocampo è il più colpito; con Verratti che sarà recuperato solo dalla prossima gara; e Pellegrini, che ha dovuto lasciare il posto a Castrovilli. Ma la fortuna di questa Nazionale è che c’è una rosa ampia, che Mancini ha potuto testare nel corso dei mesi. Ma ora è il momento di dimostrare sul campo il proprio valore. La prima sfida è sempre la più difficile perché non sai come reagisci e come può reagire la squadra avversaria“.

Nonotante il vantaggio sulla carta, l’ex-calciatore ricorda a tutti di non sottovalutare mai il valore della rosa avversaria:”Gunes ha cambiato la mentalità della squadra turca. Loro ora giocano un calcio più propositivo. Dovremo fare molta attenzione alle qualità dei giocatori avversari, su tutti Calhanoglu. Lo conosciamo bene, sappiamo che può essere pericoloso anche dalla distanza o sui calci da fermo. Hanno un grandissimo attaccante, arriva da una stagione importantissima e sarà uno dei protagonisti. I nostri difensori dovranno fare molta attenzione a Yilmaz, ma hanno l’esperienza giusta per tenerlo sotto controllo”.

 

Leggi anche