Notizie

News Roma | Parla Kumbulla: “Avrei voluto giocare di più!”

Notizie

Il difensore giallorosso ha commentato la sua esperienza romana, senza celare l’eccitazione per l’arrivo dello Special One

La news del momento, l’arrivo dello Special One, continua a infiammare gli animi in casa Roma. Lo stesso Marash Kumbulla non ha saputo nascondere l’eccitazione. Il difensore centrale è attualmente impiegato con la Nazionale albanese in vista di Euro2020; nonostante sia preso dagli impegni internazionali, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Goal.com.

L’ex-Verona, poco impiegato nel corso della passata stagione, ha commentato con la stampa il suo primo anno nella Capitale. Impiegato poco o niente dall’ex-Paulo Fonseca, si è detto eccitato e pronto per mettersi a servizio della squadra il prossimo anno. Chissà se Mourinho lo noterà.

News: Roma senti Kumbulla

Il difensore albanese è già affascinato dall’effetto Mou: “Non riesco ancora a crederci. È un sogno essere allenato da Mourinho e sarà un motivo in più per migliorare e crescere. Non ho ancora parlato con lui, ma so che lo farò quando arriverà a Roma e sarà un’esperienza incredibile. La cosa più importante che Mourinho porterà alla Roma è la mentalità vincente, ha vinto in tutte le squadre che ha allenato. Imparerò tanto, ma la cosa più importante è questa“.

Impiegato poco da Fonseca, il giovane giallorossa non ha mai brillato quest’anno ma sembra pronto a rilanciarsi per il prossimo: “La cosa più importante è che a differenza di quest’anno la squadra li raggiunga e dunque sarà ancora più importante farlo l’anno venturo. A livello personale voglio giocare al mio massimo livello e aiutare la squadra. Con Fonseca ho un buon rapporto, ovviamente avrei voluto giocare di più.

Per l’ex-Verona farsi spazio non è stato facile, muoversi in mezzo a dei campioni può scoraggiare ma anche far crescere: “Ma quando sei in un’ottima squadra con giocatori di grande talento a volte è difficile trovare spazio. Comunque sono contento di com’è andata la mia stagione e ho un ottimo rapporto col mister, va tutto bene. Poi con Smalling accanto è ancora più difficile. Mi ha dimostrato di essere un giocatore di grande esperienza, da lui ho imparato tanto. L’ho guardato e ho imparato dai suoi gesti tecnici e dalle sue parole dentro e fuori dal campo“.

 

Leggi anche