Roma

Javier Pastore: “Problemi con il PSG? Non sentivo la fiducia e giocavo poco”

Roma

Ieri non ha potuto disputare, suo malgrado, il match contro il Real con la sua Roma, ma oggi Javier Pastore, trequartista giallorosso è tornato a parlare  ai microfoni dei colleghi francesi di RMC Sport per analizzare la sua avventura al PSG. Di seguito le parole dell’argentino:

“I primi 4 anni che sono stato a Parigi ero sempre in campo, ma poi ho avuto un problema al polpaccio, mi infortunavo continuamente e non riuscivo a trovare una soluzione con lo staff medico per poter giocare senza dolore, ma nell’ultimo anno non ho accusato problemi. Ho iniziato bene la stagione, anche se al momento sono fermo per un affaticamento muscolare. Spero di poter continuare così, ho fatto tutta la preparazione, ho giocato le prime tre partite e ho corso per tanti chilometri. Ho delle sensazioni positive e voglio continuare così”. Problemi con il PSG: “Il problema è essere un giocatore che non gioca mai. Sinceramente, però, ho giocato con tutti gli allenatori che si sono seduti sulla panchina del PSG. Non ho mai avuto alcun problema con gli allenatori. Se fosse stato così avrei trovato una soluzione prima. Ma sinceramente non c’è stato bisogno. Questa estate però il mio momento al Psg era finito, il club aveva l’intenzione di prendere altri giocatori e non volevo restare in una squadra per non giocare. Comunque il PSG rimarrà il miglior club in cui sono mai stato.

Leggi anche