Sampdoria

News Sampdoria – Femminile: Tommaso Becagli annuncia: “vendo la Florentia San Gimignano a Ferrero”

Sampdoria

Il patron della Florentia San Gimignano ha annunciato la cessione del titolo del proprio club ai blucerchiati che entrano nel calcio femminile.

News Sampdoria – Adesso è tutto chiarito. La società genovese sta per sbarcare nell’élite del calcio femminile acquistando il titolo della terza squadra toscana presente nella massima serie. Ad annunciarlo è stato Tommaso Becagli, presidente della Florentia San Gimignano apparso in conferenza stampa su Facebook. “È ufficiale la vendita del nostro titolo sportivo alla Sampdoria – ha detto il numero neroverde –. La pandemia, a livello economico ha inciso molto. Non voglio trovare scusanti ma è stato un passaggio dovuto nei confronti di una società importante come la Sampdoria”, avrebbe detto ai microfoni societari il massimo dirigente che si prepara a salutare la sua prima squadra.

“Grazie a tutti”

È stato poi il momento dei ringraziamenti: “a tutti coloro che hanno creduto a questo progetto e che ne hanno fatto parte. Alle mie ragazze che si sono sempre comportate come grandi professioniste”.  La decisione di cedere il titolo sportivo alla squadra blucerchiata non è stata semplice, ammette Becagli, ma la consapevolezza che le atlete da lui fin qui guidate potranno esprimersi al massimo lo rasserena. Becagli annuncia comunque di non avere intenzione di lasciare San Gimignano ma di restarci per fare ancora calcio. Non si capisce se l’intenzione del Presidente sia quella di far crescere delle formazioni giovanili o costruire un nuovo club.

Passaggio necessario

La scelta di cedere il titolo alla Sampdoria da parte di Becagli è anche una mossa per cui, si può dire, è stato costretto. La Riforma del campionato femminile, approvata lo scorso mercoledì dal Consiglio Federale, ridurrà il numero delle squadre da 12 a 10 nella massima serie tra due anni. ciò comporterà un disavanzo ancora più rimarcato tra le società blasonate e quelle che non lo sono, come la Florentia San Gimignano. L’unico modo per potersi garantire la certezza di lottare per la Serie A quindi, era quello di cedere la squadra a qualcuno che avesse le risorse economiche giuste per poterla gestire in un campionato sempre più elitario.

Leggi anche